Metodi di Pagamento Sicuri Online – Quali Sono

Il commercio elettronico sta prendendo piede anche in Italia e compie da passi da giganti di anno in anno. Una quota crescente di consumi viene effettuata online, per cui risultano in aumento i pagamenti sul web. Ti sarà capitato quasi certamente di acquistare un prodotto su un sito internet o di averne venduto uno. Una volta che l’operazione è stata completata, non ti è rimasto che pagare per l’acquisto o di ricevere il pagamento per la vendita. A questo punto, uno dei timori maggiormente diffusi è quello relativo alla sicurezza dell’operazione. In questa guida vi spieghiamo quali metodi di pagamento possono essere considerati sicuri.

Diciamo, per iniziare, che oggi sono le carte di debito, bancomat, e le carte di credito ad essere utilizzate principalmente per i pagamenti online. Si effettua l’acquisto e si compilano i campi obbligatori richiesti. Ti saranno chiesti il numero della carta e il codice di verifica o CVV, che si trova sul retro della carta e che si compone di 3 cifre. Tuttavia, prima di procedere con questa operazione, accertati che il sito su cui sta avvenendo l’acquisto sia sicuro. Per farlo, devi prestare attenzione a che nell’indirizzo web compaia la scritta https. Inoltre, sul sito stesso dovresti trovare almeno una delle espressioni che ti assicurano dell’adozione di un qualche protocollo di sicurezza, tipo Verified by Visa, MasterCard e SecurCode o Norton Secured. Accertati anche che in basso a destra sul sito compaia un lucchetto, che ti segnala come la pagina sia sicura, ovvero che puoi fare acquisti senza preoccuparti.

Non sono solo le carte di credito o di debito a potere essere utilizzate per i pagamenti. Esistono anche le carte prepagate, che una volta attivate, se dotate di codice Iban, possono essere utilizzate per ricevere l’accredito dello stipendio. Il fatto positivo di queste carte risiede nella sicurezza che, persino nel caso di frode, possono essere perdute somme dall’importo massimo caricato. In ogni caso, alla stregua di quanto scritto sopra, bisogna verificare che la pagina su cui avviene l’acquisto adotti un protocollo di sicurezza, altrimenti sarebbe opportuno informarsi meglio. Per esempio, molti siti attirano clienti ignari con nomi simili a quelli di grossi siti noti e ritenuti sicuri, ma distinguendosi per qualche sillaba o per aggiungere una qualche parola. In sostanza, lanciano l’amo con l’obiettivo di adescare qualcuno per realizzare una truffa ai suoi danni.

Un caso a parte è rappresentato da Paypal, che si è diffuso in Italia nell’ultimo decennio e che deve il proprio successo mondiale alla possibilità offerta ai clienti di effettuare pagamenti online sicuri e senza fornire a terzi i propri dati bancari. Per molti rappresenta la soluzione perfetta. Infatti, molti provano fastidio nel dovere condividere con terzi, specie se privati, informazioni relative al proprio Iban o numero di carta. Paypal ti consente di superare il problema collegando un conto Paypal a un indirizzo mail. A sua volta il conto Paypal può essere collegato a uno o più conti correnti. Quando farai acquisti online, chi riceve il pagamento non visualizzerà i tuoi dati, ma l’indirizzo mail. Non solo, ma Paypal è diventato molto famoso grazie alla collaborazione con il sito di vendite online eBay.

Altro metodo per i pagamenti online sicuri è il bonifico bancario. Si tratta di trasferire una somma di denaro su un conto corrente beneficiario dal proprio conto o anche consegnando alla propria banca denaro in contante. Oggi risulta possibile compiere l’operazione con un click, ovvero trasferendo denaro da conto a conto senza nemmeno recarsi in banca, ma accedendo alle funzionalità dell’home banking. I tempi dell’accredito sono generalmente ormai veloci e da poco è possibile anche effettuare il bonifico istantaneo, con accredito in pochi secondi.

Infine, se nessun metodo di pagamento sopra accennato di sembra alla portata o sufficientemente affidabile, puoi sempre ricorrere al contrassegno. Si tratta della possibilità offerta da numerosi siti online, ma non tutti, di pagare al ricevimento della merce. Di positivo c’è che si tratta del metodo più sicuro possibile, visto che paghi dopo che ricevi, ma di solito viene applicato un costo alla consegna superiore a quello che si sosterrebbe con un metodo alternativo.

Comments on this entry are closed.