Carte di Credito con Cashback

Cashback significa letteralmente denaro indietro. Pertanto, una carta di credito con cashback sarebbe quella che ti consente di ricevere indietro una piccola parte del denaro che hai speso per fare acquisti.

Questo sistema non è ancora abbastanza diffuso in Italia, mentre ha successo negli USA, dove le varie compagnie che emettono carte di credito offrono la restituzione dello speso a fine anno tra lo 0,5% e il 2% del totale, ma con punte a volte anche superiori, quando i consumi vengono effettuati in negozi convenzionati e in periodi limitati di tempo.

Come funziona questo sistema. Parliamo generalmente di promozioni legate agli acquisti online, dove il sito presso il quale si fanno gli acquisti garantisce al cliente spesso un bonus di benvenuto, che viene erogato all’atto dell’iscrizione, così come punti o denaro in relazione agli acquisti. Infine, spesso alcuni siti offrono soldi o punti anche qualora gli amici da te segnalati si iscrivono e/o fanno acquisti.

In genere, le somme vengono accreditate sul conto corrente collegato alla carta di credito (ma se non se ne dispone una, si possono ottenere bonifici o accrediti su paypal), al raggiungimento di una somma minima, che potrebbe essere anche solamente di 10 euro.

Che il sistema funzioni a punti convertibili in buoni acquisto o in denaro, la logica non cambia. Questi siti ti consentono di guadagnare comprando e lo strumento per l’acquisto è spesse volte proprio la carta di credito.

Ovviamente, ci si può iscrivere contemporaneamente a più siti di cashback, anche se la pratica non è molto consigliata, in quanto così facendo risulta più difficile raggiungere le soglie minime per ricevere il pagamento. Al contrario, potrebbe risultare conveniente far fare acquisti ai propri amici con la propria carta di credito, in modo da aumentare i punti o il denaro accumulato come cashback. Attenzione: non tutti i siti rimborsano propriamente la percentuale in denaro. Alcuni offrono la possibilità di utilizzare i punti o il denaro accumulato per fare altri acquisti, sotto forma anche di buoni sconto.

In altri termini, questi siti rinunciano a una parte dei guadagni, puntando ad attirare un numero crescente di clienti, grazie alle maggiori iscrizioni, nonché ad accrescere il numero delle transazioni/acquisti. Dal canto suo, chi si iscrive è incentivato a comprare presso lo stesso sito, sia perché ottiene nei fatti uno sconto o un rimborso in denaro, sia anche per accumulare i punti o il cash, al fine di raggiungere le soglie minime indicate.

Qui di seguito vi riportiamo alcuni siti che funzionano con il sistema del cashback. Tutti prevedono la registrazione gratuita e obbligatoria. Con BuyOn, vengono assicurati 10 euro all’atto dell’iscrizione e 5 euro per ogni amico che fa acquisti dal tuo sito o che si iscrive. Il cashback è in funzione percentuale degli acquisti effettuati o in somma fissa all’atto di ogni acquisto, a secondo del negozio online, mentre il rimborso avviene al raggiungimento dei 50 euro di soglia minima. Del tutto simili sono le condizioni previste da Shop and Back, mentre con BeRuby si accredita un terzo della commissione per gli acquisti online, la registrazione e le visite ai portali web; un sesto della commissione, se a farlo è un utente amico da te indicato. In più, il rimborso avviene al raggiungimento dei 10 euro come soglia minima.

In Italia, come dicevamo, il cashback con carta di credito non è ancora diffuso. Nel recente passato, ci ha provato Blue American Express, che accreditava al cliente l’1% delle somme spese. L’iniziativa è stata in seguito sospesa.

Bisogna tenere presente, quindi, per quanto detto sopra, che il denaro o i punti accumulati restano un guadagno virtuale fino al raggiungimento della soglia minima indicata. Pertanto, è opportuno calcolare bene al momento della registrazione se la soglia, unitamente alle condizioni offerte, sia effettivamente raggiungibile nell’arco del tempo indicato. Ad esempio, se viene rimborsato lo 0,5% dello speso e la soglia minima per ottenere il rimborso con la carta di credito fosse di 50 euro, ciò significa che dovremmo fare acquisti per complessivi 10.000 euro, al fine di ottenere l’accredito. Se riteniamo che tale somma non sarà concretamente spesa, è preferibile non sprecare tempo e passare all’iscrizione presso un sito dalle condizioni più alla portata delle nostre abitudini di consumo. In ogni caso, è sempre consigliabile leggere le condizioni di utilizzo ancor prima di registrarsi.

Lyoness è la più grande shopping community al mondo con 2,4 milioni di clienti, con 150 mila punti di accettazione e 24 mila imprese aderenti. Tra le varie forme di risparmio, la carta garantisce un cashback compreso tra l’1% e il 2% del valore degli acquisti effettuati, più lo 0,5%, nel caso in cui gli acquisti siano stati compiuti da un aderente da voi sponsorizzato.

Quanto alla sicurezza garantita dai siti di cashback per gli acquisti online, in genere, non si riscontrano problemi, in quanto tali acquisti avvengono sui siti dei negozi o dell’azienda pubblicizzata (ad es., Ebay, eDreams, etc.), rispetto al quale i primi fungono solo da tramite.

Comments on this entry are closed.