Carta Postepay – Caratteristiche e Informazioni Utili sull’Utilizzo

Postepay è una carta prepagata di Poste Italiane, che può essere utilizzata in Italia agli ATM e ai POS degli esercizi commerciali e delle attività aderenti ai circuiti Postamat e VISA Electron, così come in tutti gli uffici postali.

Per il suo rilascio non è necessaria l’apertura di un conto corrente e la ricarica potrà essere effettuata presso uno dei 14 mila uffici postali italiani, negli ATM Postamat di Poste Italiane, tramite il sito postepay.it e quello poste.it, oppure tramite SIM Card, grazie al servizio PosteMobile. Può anche essere abilitata presso le ricevitorie SISAL

carta postepay

Le carte postepay sono molto diffuse e utilizzate, grazie ad alcune loro caratteristiche, come l’accredito immediato delle ricariche e il costo molto contenuto all’emissione (5 euro). Come sopra detto, poi, sono possibili le ricariche online.

Come per qualsiasi altra carta di debito o carta di credito, con la postepay si potrà pagare ai POS aderenti al circuito VISA e VISA Electron, inserendo la carta nell’apposita macchina e digitando il codice PIN. Sarà rilasciato uno scontrino, che funge da ricevuta e che va firmata per la convalida della transazione.

La ricarica presso gli sportelli di Poste Italiane è di solo un euro, così come i prelievi agli ATM di Poste Italiane, mentre salgono a 1,75 euro presso gli ATM bancari aderenti al circuito VISA Electron, sia in Italia che nel resto dell’Eurozona. Al di fuori dell’Eurozona, invece, il costo per prelevare denaro con la carta sale intorno ai 5 euro. Le cifre di cui sopra, ovviamente, dipendono dal periodo e dalla specifica offerta. Sono possibili sin dalla fine del 2008 le ricariche presso le ricevitorie SISAL a costi superiori a quelli da corrispondere presso gli uffici postali.

La carta viene spesso utilizzata per trasferire denaro da un utente all’altro, come se si trattasse effettivamente di un pagamento, invece che di una ricarica. Va detto, però, che in assenza di causale, la transazione viene considerata una ricarica a tutti gli effetti, non un pagamento, che sarebbe proprio effettuare con bonifico bancario o vaglia postale.

Il rinnovo della carta è gratuito e automatico alla scadenza.

Esistono varie tipologie di carte postepay: la Postepay standard, la Postepay evolution, la Postepay Twin, la Postepay NewGift, la la Postepay PosteMobile e la ePostepay.

La carta Postepay standard può essere richiesta senza che sia necessario essere titolare di un conto corrente. Serve a godere di liquidità, senza il bisogno di tenere con sé il contante per viaggiare e per le altre spese quotidiane. Per i minori di 18 anni è possibile anche l’apertura di Postepay junior. In questo caso, si deve essere accompagnati da un genitore e similmente a tutti gli altri richiedenti della carta si dovranno esibire un documento di identità valido e il codice fiscale, anche del genitore.

Postepay evolution è la carta prepagata ricaricabile con codice Iban, che permette anche di ricevere e inviare bonifici. Quindi, con essa si potranno accreditare lo stipendio o la pensione, disporre di bonifici, comunicando il codice Iban della carta, si potranno pagare i servizi abilitati, come i bollettini e le utenze domestiche e si potrà prelevare dagli ATM Postamat. Prevede solo un costo di emissione di 5 euro e un canone annuo di 10 euro. E’ dotata di tecnologia contactless per i POS aderenti al circuito MasterCard PayPass. In sostanza, basterà avvicinare la carta alla macchina per effettuare il pagamento e per importi fino a 25 euro non viene nemmeno richiesta la digitazione del codice PIN.

Postepay Twin è l’ideale per i genitori che vogliano inviare denaro ai figli, che si trovino fuori di casa, perché in vacanza oppure per motivi di studio o lavoro. In sostanza, vengono rilasciate due carte. Il richiedente invia la seconda al beneficiario, che l’attiverà al momento della consegna. Grazie alle due carte, potranno essere effettuate ricariche dall’una all’altra. Quanto alle altre caratteristiche, si potrà pagare presso i POS aderenti ai circuiti VISA e VISA Electron e potranno essere effettuati prelievi dagli ATM Postamat e da quelli bancari con marchio VISA e VISA Electron.

L’emissione costa 8 euro e la ricarica e l’invio di denaro solamente un euro.

Postepay NewGift è l’ideale per fare un regalo, consentendo al beneficiario di disporre di una ricarica massima annuale di 2.500 euro, mentre i prelievi massimi giornalieri sono di 500 euro e di 1.000 al mese.

Per evitare le limitazioni sulle ricariche e i prelievi, ci si potrà recare presso uno degli uffici postali italiani e muniti di documento di riconoscimento e codice fiscale trasformare la carta in una Postepay standard.

Postepay PosteMobile viene rilasciata insieme alla SIM PosteMobile e consente di acquistare beni e servizi presso i negozi muniti di POS o in rete, sui siti convenzionati con MasterCard PayPass. E’ possibile ricaricare il cellulare presso gli ATM Postamat o online, sul sito poste.it. La carta è dotata di tecnologia contactless.

Infine, la ePostepay è la carta di Poste Italiane per effettuare gli acquisti in rete, senza avere una tessera e senza il bisogno di una carta di credito. Non prevede costi di emissione e potrà essere richiesta online, senza la necessità di essere titolari di un conto corrente. E’ subito attiva, ma per utilizzarla, bisogna prima caricarla entro 60 giorni dall’attivazione, altrimenti viene disattivata automaticamente.

Comments on this entry are closed.