Come Chiudere Conto BancoPosta

In questa guida spieghiamo come chiudere Conto BancoPosta in modo semplice e veloce. Conto BancoPosta è il conto offerto da Poste Italiane, che si mostra abbastanza competitivo con quelli delle banche, grazie alla varietà dei prodotti e ai costi contenuti relativi all’accensione e alla gestione. Tra questi compaiono le spese di apertura e di chiusura del conto, il libretto degli assegni, l’accredito dello stipendio, la domiciliazione delle utenze, l’estratto conto mensile, le comunicazioni al proprio domicilio, il prelievo gratuito presso gli sportelli Postamat. L’invio dell’estratto conto trimestrale e il rilascio del libretto degli assegni sono gratuiti.

Ci chiediamo cosa dobbiamo fare, se intendiamo chiudere il conto BancoPosta. Per prima cosa, dobbiamo coprire i debiti, nel caso in cui il conto sia andato in rosso. Se, invece, su di esso si ha ancora una giacenza, è evidente che il conto vada prima svuotato, ma avendo attenzione di lasciarvi una somma di circa 75 euro per le spese maturate, ma non ancora addebitate. Parliamo dei costi per la tenuta del conto, la quota annua, per la carta Postamat, le imposte di bollo.

come chiudere conto bancoposta

Chiaramente, se chiudendo il conto BancoPosta, su di esso sarà rimasta una cifra, al netto delle spese da coprire, non ci saranno problemi, essa sarà restituita tramite bonifico o assegno postale.

Recatevi presso l’ufficio di Poste Italiane, in cui avete aperto il conto, portando con voi eventualmente il libretto degli assegni, la carta Postamat, la carta di credito, in quanto dovranno essere riconsegnati al funzionario dell’ufficio, al momento della chiusura del conto. Bisogna firmare il documento della richiesta di chiusura di BancoPosta, avendo cura di farvi consegnare una copia. Se non siete in possesso materiale del libretto degli assegni e delle carte di credito, dovete consegnare al funzionario di Poste Italiane la denuncia o la dichiarazione di distruzione degli assegni.

Vediamo cosa fare sse non volete recarvi presso l’ufficio, perché vi dà fastidio fare la fila, non avete tempo o magari perché abitate lontano da esso. Potete inviare una lettera raccomandata al proprio ufficio, comunicandogli l’intenzione di chiudere il conto BancoPosta, fornendo tutti i vostri recapiti, i vostri dati personali e apponendo la vostra firma. L’oggetto della comunicazione deve essere chiusura conto corrente.

Per qualsiasi dubbio potete contattare il servizio clienti di Poste Italiane Quanto ai tempi effettivi per la chiusura e la restituzione dell’attivo sul conto, Poste Italiane parla di trenta giorni, ma potrebbe rendersi necessari un periodo maggiore per il disbrigo delle formalità burocratiche.

Chiudere conto BancoPosta risulta essere quindi un’operazione piuttosto semplice.

Comments on this entry are closed.